• it
  • en

Dal 2009 intrattiene  rapporti di amicizia e stima con Giovanni Ciccarelli e a  gennaio 2019, è nata una collaborazione come istruttore senior. 

Nel 1968,  debuttò con Moto Morini 125 cc Campionato Italiano Velocità Juniores. Nel gennaio 1969, frequentò il  corso Piloti da Henry Morrogh a Vallelunga. Nel marzo 1969, debuttò nella sua prima gara con Formola 850 De Sanctis a Vallelunga, risultato 4’ su 80 iscritti. Nell’ aprile del 1969, la sua vittoria al debutto a Monza Coppa Oscar Cabalen,  davanti a campioni come Naddeo, Fontanesi ecc… Dopo poche gare,  finirono i soldi e lo stesso De Sanctis (che lo sosteneva) entrò in crisi. Nel 1970,  servizio militare, Vallelunga out per lavori, vittoria in notturna alla Pista d’Oro con F.850 (fuga dalla caserma)!! Nel 1971 vittoria al debutto ad Imola F.850 (Maggio) in volata su Naddeo protagonista a Montecarlo la settimana successiva in F.3. Quella macchina della vittoria ad Imola viene subito venduta, ma De Sanctis fra mille sacrifici e riuscì a rimetterlo al volante, e poi il bis ad Imola nella gara del 25 Luglio. Tra rotture e gare saltate per carenza fondi, arrivò terzo nel campionato,  ma lo storico direttore di Autosprint, Marcello Sabatini,  lo  premiò a fine anno col Casco di Bronzo, come miglior promessa dell’automobilismo italiano. Nel 1972, primo pilota di Giancarlo Minardi con F.3 a motore Alfa Romeo, sotto i colori della Scuderia del Passatore. Purtroppo a metà stagione si  separarono. Nel 1973, grazie a Patrizio Cantù debuttò con la Dulon gestita da Pirola; vittoria subito all’inaugurazione di Casale Monferrato a Marzo, idem a Magione ad Aprile, sui nuovi circuiti non vedeva nessuno! Dopo la vittoria a Magione nel giorno di Pasqua, a Vallelunga  Gino de Sanctis lo  aveva iscritto alla gara di F.850 avendo urgenza di vendere una macchina…vittoria rocambolesca sul bagnato, Autosprint titolò: “Ciccozzi da bis!” A metà stagione finirono i soldi della Dulon… Ma era stato fra i 5 selezionati per la F2 della CSAI, opportunità a detta di De Sanctis e Sabatini,  unica per accedere in F.1. Prima prova a Misano in Ottobre, andò  benissimo, sembrava fatta! Seconda prova a Vallelunga in febbraio, Dragoni  lo fece entrare in pista per primo, la notte aveva gelato, e lui  fece attenzione a non far danni per poi scatenarsi nella seconda prova, essendosi affacciato un bel sole. Ma Dragoni lo fece rientrare solo a fine giornata, nuovo crollo della temperatura e relativa impossibilità di scaldare le gomme. Purtroppo capì  che era finita, i giochi già decisi! Ne seguì una polemica furiosa….. Continuò con gare saltuarie,  sino al 1976 e poi staccò la spina.

 

 

2021-01-13T15:52:17+00:00